Cerca nel Blog

Panoramica sul Forex – settimana dal 15 al 19 febbraio

Cari lettori,

con buona presunzione, credo che a grandi linee la tendenza per il 2016 su molti strumenti sia abbastanza delineata. Questo non vuol dire che basta andare nella direzione sperata per ottenere profitti, perchè nel trading la semplice intuizione, purchè frutto di analisi, non sempre è sufficiente per guadagnare. Molto spesso quello che fa la differenza è il timing con cui si entra a mercato. Faccio subito un esempio: da mesi abbiamo una view negativa sui mercati azionari, ma anche fossi convinto della prosecuzione del ribasso, se decidessi di entrare ora short sui mercati, rischierei di andar incontro ad un rimbalzo dei listini. Se poi appunto si trattasse solo di un rimbalzo, ben presto la mia posizione tornerebbe in guadagno (sempre che non sia troppo esposto con la leva). Ma se al posto di un rimbalzo, dovesse partire un micro trend rialzista, potrei anche andar incontro a perdite ben più grandi di quelle preventivate. Mentre se entriamo con il timing giusto, possiamo posizionare il nostro stop loss correttamente e lasciar correre la posizione. Per questo, anche se spesso mi lancio in previsioni, non vuol dire assolutamente che seguirò le analisi senza guardare cosa fa il mercato. E invito chiunque a muoversi sempre nella direzione principale attuale del mercato.

Detto questo, le mie previsioni per il 2016 sono di un macro trend ribassista sugli indici azionari e pertanto ogni rimbalzo sarà occasione per posizionarsi in vendita; inoltre credo che tali effetti si ripercuoteranno sul dollaro, portando la FED a non alzare ulteriormente i tassi e quindi ad indebolire la moneta statunitense. Queste considerazioni trovano per ora conferma nel consistente calo del cross USd JPY e salita dell EUR USD.

Il cable (GBP USD) invece per ora mi lascia perplesso: la debolezza della sterlina permane tale da compensare quella del dollaro. Anche se per il momento non ci sono segnali per un nuovo trend di breve periodo, a breve ci aspettiamo qualche movimento importante. Il petrolio invece credo che difficilmente vedrà nuovi minimi (non è escluso una fiammata in area 25$) ma gli attuali prezzi potrebbero essere un occasione di accumulo. Potrebbero… quindi massima cautela con questo strumento.

Andiamo a dare qualche indicazione tecnica.

EUR USD : fase rialzista, con supporto statico a 1.1080 e primo target a 1.1480/1,15. Possibile ritorno in area 1.11/1.1150, dal quale i prezzi potrebbero ripartire.

Analisi tecnica:

  • resistenza posta in area 1,13, oltre il quale si potrebbe arrivare in area 1,1380 ed in estensione a testare la resistenza a 1,1480. Oltre si punta 1.17.
  • supporto interessante a 1.11 sotto i quale si tornerebbe a 1,0980/1.10, che qualora venisse superato, porterebbe i prezzi verso 1,09.

USD JPY : fase ribassista. Dovrebbe essere partito un rimbalzo (se l’azionario confermerà) che potrebbe spingersi fino a 116, ma il trend di lungo sembra essersi girato al ribasso (P.S.: molti trader recentemente continuano a dare target a 125/130 su questo cross. Opinione personale è che continuano a valutare i cross sulle politiche monetarie attuali e non sulle possibili mosse future. Lo yen è una valuta rifugio, e se le tensioni sui mercati riprenderanno, vedremo target ben più bassi.)

Analisi tecnica:

  • resistenza a 113.50 oltre il quale i prezzi dovrebbero riportarsi a 114.20 ed in estensione verso 115; sopra questo livello, target a 116-116.50.
  • area di supporto a 112/112.50 oltre la quale si tornerebbe a 111 ed in estensione verso 110. Se tale livello fosse superato… ahi ahi ahi…

GBP USD : rimbalzo in fase ribassista, che potrà trovare nuova forza se i prezzi supereranno 1.465. Per ora il prezzo che fa da supporto è 1.435.

Analisi tecnica:

  • resistenza a 1,46. Superato questo livello i prezzi dovrebbero riportarsi a 1,4650. Se lo superiamo, molto probabile un ritorno a 1.48.
  • supporto a 1,4350, oltre il quale si potrebbe tornare a 1.42/4220. Sotto tale area, ci aspetta 1.41 e successivamente 1.40.

Per essere sempre aggiornato sulla mia operatività iscriviti a www.mtradingsegnali.it ed opera seguendo le mie indicazioni e quelle di A. Rendina, uno dei top trader italiani nonchè 2 volte campione dell’ IT forum di Rimini, trasmesse in tempo reale tramite applicazione Telegram: con i nostri segnali di trading, da maggio 2015 si sarebbe potuto realizzare oltre il 100% di rendimento con un saggio utilizzo della leva (1:10) ed un rischio molto contenuto (stop a 15/25 pips max). Operiamo sui principali cross valutari, equity index e forniamo indicazioni su petrolio e oro.

Nel nostro sito potete osservare l’andamento dei nostri segnali di trading intraday.

Iscrivetevi per operare in modo professionale e preciso. Mettiamo la nostra conoscenza ed abilità al servizio di tutti i nostro abbonati.

Inoltre ricordiamo che è partita la la MTRAding School, una serie di corsi operativi con sessioni di trading dal vivo, utile ai trader che desiderano apprendere la tecnica di trading di uno dei top trader internazionali, Antonello Rendina, pluricampione in diverse manifestazioni di settore, coadiuvato dal sottoscritto nella analisi di breve-medio e lungo termine. Sui sito trovate gli eventi a calendario.

Buon trading a tutti.

Maurinho

www.mtradingsegnali.it

MT Profilo4

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
Nessun commento Commenta

Categorie