Panoramica sul Forex – settimana dal 27 al 31 luglio

Scritto il alle 08:30 da [email protected]

Cari lettori,

la settimana appena terminata ha lasciato l’amaro in bocca a tutti quei trader che si aspettavano un ulteriore allungo del dollaro e invece a sorpresa hanno dovuto prendere atto di una ritrovata forza di euro e yen, anche se lo scenario di fondo resta ancora favorevole alla moneta statunitense.

La settimana è ricca di dati macro (ordini durevoli, riunione FOMC per decisione sui tassi FED, PIL Americano per i citare i più importanti) quindi i movimenti potrebbero essere violenti ma sopratutto gli unici movimenti degni di nota potrebbero avvenire proprio in concomitanza della pubblicazioni di tali dati e per i trader la settimana potrebbe non essere delle migliori; quindi si consiglia per questa settimana di ridurre la size d’ingresso ed anche il numero di operazioni, in quanto a volte, in occasione di dati particolarmente sorprendenti, i movimenti potrebbero essere tali da far saltare gli stop loss inseriti.

Andiamo a dare qualche indicazione tecnica.

EUR USD : fase incerta, con le quotazioni che hanno disegnato un canale discendente e dopo aver rimbalzato sul supporto di 1,0820 (minimo di fine maggio) si sono riportati a ridosso di 1,10. Bisognerà vedere se la forza è tale da rompere il canale con una rottura del livello 1,11 per poi puntare a 1,12, vera area di resistenza.

Analisi tecnica:

  • resistenza posta in area 1,10/1,102 oltre la quale il target diventerebbe 1,11 ed in estensione 1,12. Solo oltre questo livello potrebbe ripartire il trend rialzista.
  • area di supporto a 1,09/1,092 oltre la quale si tornerebbe a 1,08 ed in estensione a 1,0650, ma il target settimanale potrebbe essere 1,05.

USD JPY : fase di consolidamento dopo il rialzo in seguito alla rottura della trendline ribassista, che potrebbe trovare un punto di ripartenza in area 122.

Analisi tecnica:

  • resistenza a 124,50 oltre il quale i prezzi dovrebbero riportarsi a 125; non è da escludere, in caso di aumento di volatilità, un ritorno in area 126.
  • supporto a 122,80/123, oltre il quale si ritornerebbe a 122 ed in estensione a 121,50. Difficile un ri-test dell’area 120.

GBP USD : rispetto alla scorsa settimana non è cambiato nulla, prosegue la fase di incertezza, con i livelli 1,54 e 1,57 che indicano rispettivamente il supporto e la resistenza da superare per capire la direzione di questo trend nelle prossime settimane. Al momento a livello tecnico continuo a propendere per un rialzo, ma solo a livello tecnico…

Analisi tecnica:

  • resistenza a 1,56 oltre il quale i prezzi dovrebbero riportarsi a 1,5680/1,57; superato questo livello, potremmo rivedere nuovi massimi di periodo.
  • area di supporto a 1,5440/50, oltre il quale si andrebbe a ritestare il supporto chiave a 1,53; rotto tale livello, il trend ribassista potrebbe riportare le quotazioni a 1,50.

 

Per essere sempre aggiornato sulla mia operatività iscriviti a www.mtradingsegnali.it ed opera seguendo le mie indicazioni e quelle di Uramaki (A. Rendina, campione dell’ IT forum di Rimini) trasmesse in tempo reale tramite WhatsApp: con i nostri segnali di trading, in meno di 3 mesi si sarebbe potuto realizzare oltre un 70% di rendimento con un saggio utilizzo della leva (1:10) ed un rischio molto contenuto. Iscrivetevi per operare in modo professionale e preciso. Mettiamo la nostra conoscenza ed abilità al servizio di tutti i nostro abbonati.

Buon trading

Maurinho

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
Nessun commento Commenta

Categorie