Panoramica sul Forex – settimana dal 22 al 26 giugno

Scritto il alle 17:32 da [email protected]
US dollar index - grafico daily

US dollar index – grafico daily

Cari lettori,

la settimana conclusa ha mostrato ancora una debolezza del dollaro che inizia a questo punto a creare dubbi su possibili futuri rialzi. L’aspetto più significativo è che nelle ultime settimane i movimenti di debolezza del dollaro si sono verificati soprattutto nel pomeriggio, ovvero all’apertura del mercato americano. Questo significa che i big del mercato USA hanno ormai iniziato ad alleggerire le loro posizioni sul dollaro perchè probabilmente ritengono che la FED non abbia intenzione di accelerare il processo di normalizzazione della politica monetaria americana ma pensano che al massimo potranno esserci solo piccoli rialzi dei tassi e non così ravvicinati; quella appena descritta sarebbe una situazione ampiamente scontata delle attuali quotazioni del dollaro verso le altre principali valute. Non a caso la sterlina si è ulteriormente rivalutata (andando a toccare 1,59 che era il punto di arrivo dato la scorsa settimana) mentre anche lo yen e l’euro hanno guadagnato qualcosa nei confronti del biglietto verde, nonostante la cronica debolezza dello yen ed un euro in balia delle notizie sul fronte ellenico (crisi Grecia).

Andiamo a dare qualche indicazione tecnica.

EUR USD : fase incerta, con la resistenza a 1,1380 che continua a fermare i tentativi al rialzo del cross. Solo un’eventuale rottura confermata in chiusura di giornata potrebbe dare slancio al cambio per provare a rompere la resistenza di medio periodo a 1,145/1,15.

Analisi tecnica:

  • resistenza posta in area 1,1380 oltre la quale il target diventerebbe 1,1450 ed in estensione 1,15. Solo oltre questo livello potremmo puntare in alto…
  • debole area di supporto a 1,1280/1,13 oltre la quale si potrebbe tornare a 1,12, livello che potrebbe far ripartire le quotazioni; se invece venisse rotto, si potrebbe tornare a contatto con area 1,10/1.1050, verso supporto di medio periodo.

USD JPY : trend rialzista che scricchiola. Attenzione al livello 122, supporto fondamentale.

Analisi tecnica:

  • resistenza a 123,30/123,50 oltre il quale i prezzi dovrebbero riportarsi a 124.40 ed in estensione nell’area 125-125,80.
  • supporto a 122.50 sotto il quale i prezzi potrebbero riportarsi in area 122 per testare un supporto molto importante; dovesse cedere, area 120 potrebbe essere il target di arrivo.

GBP USD : trend rialzista ripartito e target settimanale 1,59 centrato la scorsa settimana. Possibile fase di consolidamento con possibili ritorni verso 1,57 o addirittura 1,56 prima di nuovi spunti rialzisti.

Analisi tecnica:

  • resistenza a 1,59/1,5930, oltre il quale i prezzi potrebbero riportarsi in area 1.60 ed in estensione a 1,6180.
  • supporto in area 1,58 oltre la quale i prezzi arriverebbero a 1,57 e in estensione 1,5650. Sotto questo livello il supporto fondamentale della settimana è in area 1,5550.

Per essere sempre aggiornato sulla mia operatività abbonati a www.mtradingsegnali.it ed opera con le mie indicazioni e quelle di Uramaki (A. Rendina): seguendo i nostri consigli, nelle prime 6 settimane si sarebbe potuto realizzare quasi un 40% di rendimento con un saggio utilizzo della leva (1:10) ed un rischio molto contenuto

Buon trading

Maurinho

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
Nessun commento Commenta

Categorie