Panoramica sul Forex – settimana dal 1 al 5 giugno

Scritto il alle 23:47 da [email protected]
US dollar index - grafico daily

US dollar index – grafico daily

Cari lettori,

dopo una settimana di ritrovata forza del dollaro, quella appena conclusa è stata ambigua: anche se complessivamente il dollaro ha guadagnato terreno verso i principali competitors, sul finire di settimana ci sono stati movimenti contrari che potrebbero lasciar intendere che tornare sui massimi non sarà compito facile, vuoi perchè i dati macro statunitensi continuano a deludere, vuoi perchè a livello tecnico bisogna ancora scaricare un po’ gli indicatori di ipercomprato. Ma quello che molti operatori continuano a chiedersi è se alla fine questo tanto atteso aumento dei tassi ci sarà realmente o no. Se già prima la FED tentennava con dichiarazioni prudenti e attendiste, ora che i dati di crescita e occupazione deludono non avrebbero troppi problemi a slittare ulteriormente il primo ritocco al rialzo dopo anni di tassi zero. Non ci resta che continuare ad aspettare e vedere se il rallentamento dell’economia USA è stato solo temporaneo oppure il dollaro forte inizia e pesare sulla crescita americana…

Andiamo a dare qualche indicazione tecnica.

EUR USD : fase incerta, con formazione daily di una doji star che ha fatto ripartire i prezzi; pertanto se tra lunedi e martedi si riesce a superare l’area di resistenza a 1,10/1,104 il primo obiettivo diventerebbe 1,11, oltre il quale potrebbe riprendere il trend rialzista verso 1,13 e successivamente 1,15. Certo che le notizie sulla Grecia potrebbero pesare su questa teorica risalita.

Analisi tecnica:

  • resistenza posta in area 1,10/1,104 oltre la quale il target diventerebbe 1,11 ed in estensione 1,13. Oltre questo livello potremmo tornare a 1,15.
  • area di supporto a 1,0910/1,0920 oltre la quale si ritornerebbe a 1.085 (supporto tenuto la scorsa settimana), oltre il quale la prossima fermata sarebbe 1,07.

USD JPY : trend rialzista ripartito impetuosamente. Per chi avesse seguito i miei consigli e sulla rottura del trading range si fosse messo long, impostare stop a 123 e lasciar correre. Siamo su un’importante resistenza, oltre la quale si potrebbe ritornare sui massimi di fine 2002 a 125,50/60.

Analisi tecnica:

  • resistenza a 124,50, oltre il quale i prezzi dovrebbero riportarsi a 125.5 ed in estensione a 126. Successivamente si naviga a vista con target 134.
  • supporto a 123.40 sotto il quale i prezzi potrebbero riportarsi in area 122.70 ed in estensione a 122.

GBP USD : la divergenza di 2 settimane fa ha dato i suoi frutti e la fase ribassista iniziata ha portato i prezzi quasi al target in area 1,51. Target forse raggiungibile il settimana.

Analisi tecnica:

  • resistenza a 1,535, oltre il quale i prezzi potrebbero riportarsi in area 1.544 ed in estensione a 1,55.
  • supporto in area 1,522/1,523 oltre la quale i prezzi arriverebbero a 1,51 e in estensione 1,50. Sotto questo livello il supporto fondamentale è in area 1,47/1,4750.

Per essere sempre aggiornato sulla mia operatività abbonati a www.mtradingsegnali.it ed opera con le mie indicazioni e quelle di Uramaki: seguendo i nostri consigli, nel primo mese si sarebbe potuto realizzare un’ottima performance a fronte di un rischio molto basso.Inoltre mercoledi potrete seguirmi in diretta su Forextime (http://www.finanzaonline.com/video/forex-time/), la trasmissione settimanale di Forex condotta da Alessandro Piu.

Buon trading

Maurinho

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
Nessun commento Commenta

Categorie