Il D-Day: il giorno di Draghi è arrivato

Scritto il alle 10:52 da [email protected]

Finalmente ci siamo: oggi Mario Draghi, il presidente della BCE, dovrebbe annunciare il lancio del quantitative easing europeo, ovvero un allentamento monetario effettuato tramite l’acquisto di titoli di stato su larga scala. Quello che rimane ancora da stabilire sarà l’entità di tale piano (l’ammontare degli acquisti) e la durata. Sarà anche importante capire se il rischio resterà totalmente in carico alla BCE oppure in parte ai singoli stati nazionali.

I rumors di ieri dicono che il piano di acquisti sarà di 50 mld di euro al mese fino a fine 2016. Ogni variazione migliore o peggiore di tali aspettative detterà il movimento dei prezzi di oggi.

Nel frattempo il nostro indice azionario si è portato sui massimi delle ultime settimane, a contatto con il lato superiore del canale ribassista in cui i prezzi sono incanalati da oltre 6 mesi, come avevo previsto la scorsa settimana nel mio articolo pubblicato ( http://maurinho.borse.it/2015/01/14/opportunita-sul-ftse-mib/ ). Sembrerebbe che la forza sia tale da superare definitivamente tale canale, con una chiusura di settimana anche oltre i 20.200 punti, vero spartiacque tecnico per la ripresa del trend rialzista di lungo periodo. Personalmente però non sono convinto di una ripresa del trend rialzista. Anche se oggi potremmo assistere a forti rialzi, credo che sia un movimento di breve, destinato ben presto ad esaurirsi. Se invece già oggi Draghi dovesse deludere le aspettative, allora credo che potremmo rivedere i 18.000 punti molto presto, anche entro un paio di settimane.

L’euro invece viaggia in area 1.16 da alcuni giorni, incurante delle novità che potrebbero essere annunciate oggi. Anche in questo caso, un QE di entità elevata potrebbe portare il cross EUR USD a nuovi minimi (1.12/1.13) anche se, visti i movimenti di questi ultimi giorni, i dubbi su imminenti nuovi ribassi persistono. Su questo cross, oggi credo assisteremo a numeri da circo.

Insomma, tutto ci suggerisce nuovi rialzi sul FTSE MIB e nuovi ribassi dell’euro. Eppure qualcosa non mi convince. Forse proprio questa ovvietà dei fatti. Anche se molte volte basta seguire la massa per cogliere i migliori profitti.

Quel che è certo è che tutto purtroppo dipenderà dalle misure annunciate oggi alle 14.30. Dico purtroppo perchè quando un trend o un movimento dei prezzi può dipendere esclusivamente da notizie o comunicati, difficilmente si riesce ad operare, a meno che non si è già in posizione da giorni con un buon margine di guadagno.

Consiglio, a chiunque non sia già in posizione rialzista almeno da ieri, di non operare oggi. La volatilità potrebbe salire alle stelle, rendendo ingestibile il trading.

Buona giornata

MT

 

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
Nessun commento Commenta

Categorie