Oro, il trend del prossimo biennio?

Scritto il alle 12:48 da [email protected]

Il metallo giallo, proiettato a 1.000 $ l’oncia dalle maggiori grandi banche d’affari, potrebbe a sorpresa essere il trend dei prossimi anni.

Analizziamo il grafico sottostante

oro

 

Dopo i picchi raggiunti a settembre 2011 sfiorando quota 2.000 $, l’oro ha iniziato una fase laterale molto volatile, con i prezzi in oscillazione tra i 1.530 e i 1.800 $, fino ad ottobre 2012, quando, non riuscendo per la terza volta a superare la resistenza a 1.800, ha iniziato la lunga discesa fino ad approdare al supporto di 1.180 $, perdendo oltre il 30% in un anno.

Da allora è iniziata una nuova fase laterale, con rimbalzi sempre più contenuti che hanno portato alla formazione di un triangolo. La rottura ad inizio novembre dell’importante supporto a 1.180 $ sembrava aver determinato l’uscita dal triangolo e l’inizio di una nuova fase ribassista. Ma così non è stato. Le reazioni ad ogni ribasso sotto i 1.180 $ sono sempre state immediate e violente. Pertanto potrebbe essere stato semplicemente un falso segnale.

Questo potrebbe farci pensare che a quel livello di prezzi è presente un gran numero di compratori. Ma la definitiva fine della fase ribassista potrebbe essere determinata dal superamento rialzista del triangolo disegnato, ad oggi in area 1.280/1.300, anche se la conferma arriverebbe con una chiusura settimanale sopra quota 1.350 $ (precedente max raggiunto a luglio 2014)

Inoltre ci sono altri due aspetti puramente tecnici che mi fanno pensare ad una nuova fase rialzista: i volumi e l’analisi del RSI.

I volumi negli ultimi 3 mesi sono in forte aumento, quasi ad indicare una fase di accumulazione, uno scambio tra mani forti.

L’RSI invece ci indica, dopo l’uscita dalla fase di ipervenduto nell’estate 2013, una bullish divergence, con l’oscillatore che non segna un nuovo minimo in corrispondenza del minimo toccato dai prezzi.

 

Oltre a motivi puramente tecnici, ci sono anche quelli economici da tenere in considerazione.

L’oro è considerato da sempre il bene rifugio per eccellenza. Molti si rifugiano nel metallo giallo nei momenti di tensione o crisi economic